Pasta all’amatriciana e Rosso Blu Notte Dio Ti Salvi

Ingredienti

320 g di pasta

300 g di pomodori 

120 g di guanciale 

50 g circa di pecorino  grattugiato

1 peperoncino

1/2 bicchiere di vino bianco 

olio extravergine di oliva

sale pepe

Se utilizzate i pomodori freschi, per prima cosa sbollentateli per pochi istanti in acqua bollente salata, scolateli e raffreddateli sotto acqua corrente. Dopo averli pelati, eliminate i semi e tagliateli a filetti. In una padella scaldate l’olio e aggiungete il guanciale tagliato a listarelle lunghe circa un paio di centimetri. Quando avrà iniziato a fondere unite il peperoncino. Rosolate il guanciale fino a quando avrà preso colore, quindi sfumate con il vino bianco. Lasciate evaporare, scolate il guanciale e tenete da parte al caldo. Nella stessa padella mettete i pomodori pelati schiacciati (oppure quelli freschi precedentemente preparati), regolate di sale e cuocete per il tempo di cottura della pasta, che nel frattempo avrete buttato all’interno di una casseruola con acqua bollente salata. Quando sarà quasi giunta a cottura unite il guanciale al condimento ed eliminate il peperoncino. Scolate la pasta al dente e trasferitela nella padella con il sugo. Fuori dal fuoco aggiungete il pecorino grattugiato e regolate di pepe fresco. Mescolate bene e servite subito, completando la vostra pasta all’amatriciana con altro pecorino. In abbinamento vi propongo Blu Notte Colli Euganei D.O.C un vino dal colore rosso rubino intenso, con riflessi violacei vagamente tendenti al granato, all’olfatto sensazioni floreali di viole e fruttate lamponi e ciliegie oltre che sentori di cioccolato bianco, spezie e leggere note di peperone. Al gusto si rivela elegante ed equilibrato, rotondo e con una notevole acidità, dalla buona trama tannica oltre che corposo e ben strutturato; il sorso è voluminoso, rimanda alle sensazioni fruttate già percepite, e lascia un finale molto persistente. Servito ad una temperatura di 18° si abbina molto bene a salumi e formaggi mediamente stagionati, primi piatti sostanziosi come pasta al ragù, cannelloni, polenta ai formaggi, carni rosse ai ferri, selvaggina , salsicce alla griglia. Prodotto dall’azienda Diotisalvi, una cantina che, a cavallo delle colline tra le province di Treviso e Padova, è impegnata nella realizzazione di prodotti rigorosamente biologici e biodinamici. Andate a visitare il sito https://www.diotisalvi.it/it e scoprirete tutti i vini vegani e certificati biologici da loro prodotti

Condividi